Informazioni pratiche

Di seguito riassumiamo alcune informazioni pratiche necessarie durante un viaggio a Kutaisi.

Informazioni generali

  • Paese: Georgia
  • Regione: Imereti
  • Superficie: 70 kmq
  • Popolazione: 200.000 abitanti
  • Fuso Orario: GMT+4 senza ora legale: d’inverno 3 ore avanti, d’estate 2 ore avanti
  • Prefisso telefonico: (+995) 431
  • Codice postale: 4600
  • Elettricità: 220V, prese come in Italia
  • Valuta: Lari Georgiano, circa 2,5 lari per 1 euro
Un tipico negozio di Kutaisi

Un tipico negozio di Kutaisi

Ufficio informazioni turistiche

Kutaisi dispone di un ufficio informazioni situato in una stanza del municipio, che si trova su un lato della piazza del parco pubblico (via Shota Rustaveli 3). L’ingresso è al piano terreno e il personale, in un ottimo inglese, sarà in grado di darvi tutte le informazioni possibili sulla città, così come alcune cartine e depliant molto utili durante il viaggio.

Lo scopo dell’ufficio informazioni turistiche è quello di fornire informazioni a visitatori e locali sui servizi e sui prodotti offerti dalla città, sostenendo lo sviluppo turistico del paese.

  • Orario di apertura invernale: Tutti i giorni dalle 09:00 alle 18:00
  • Orario di apertura estivo: Tutti i giorni dalle 09:00 alle 19:00
  • Telefono: (+995) 431 24 11 03
  • Mail: tickutaisi@gmail.com

Altre informazioni utili

Souvenir e cartoline

Nel centro di Kutaisi si trovano alcuni negozi di souvenir. Alcuni souvenir popolari sono il Khantsi (corno per bere il vino), altri prodotti di artigianato locale, vino georgiano e chacha (una grappa georgiana molto forte). E’ possibile acquistare e inviare cartoline presso i due uffici postali della città:

  • via Tamar Mepe 56, vicino all’università Tsereteli
  • via Tsminda Nino 7, centro servizi Georgian Post

Attenzione: entrambi chiudono alle 17:00, e dopo questo orario l’unica cassetta delle lettere disponibile è in Tsminda Nino 7.

Il Khantsi, uno dei souvenir tipici di Kutaisi

Il Khantsi, uno dei souvenir tipici di Kutaisi

Clima

La Georgia si trova in una zona climatica subtropicale, dunque le estati possono essere molto calde: è consigliabile portare sempre con sè una bottiglia di acqua potabile e di evitare l’esposizione eccessiva al sole. Generalmente il clima è mite, a volte ventoso. In primavera e in autunno è consigliabile avere con sè un ombrello o un impermeabile. Gli inverni non sono molto freddi, la temperatura media in città è di 3°-5°C, ma non è raro incontrare nevicate.

Acqua

E’ possibile bere senza problemi acqua di rubinetto ed utilizzare le fontane pubbliche in città, che sono molto comuni sia a Kutaisi che in molte città della Georgia.

Chiese e monasteri

Per visitare chiese o monasteri, gli uomini dovrebbero indossare pantaloni lunghi, mentre le donne dovrebbero coprire la testa e indossare maniche lunghe. Se non avete l’abbigliamento adatto non preoccupatevi: all’ingresso sarà possibile trovare delle sciarpe ed utilizzarle gratuitamente per coprirsi. Le donazioni sono ben accette, e aiuteranno a preservare il patrimonio culturale per le generazioni successive.

Internet

La connessione internet wi-fi è ampiamente disponibile, quasi tutti gli alberghi la forniscono gratuitamente, in alternativa si trova nella maggior parte dei bar e dei ristoranti. A volte è necessario chiedere la password.

Divieti

Fumare all’interno dei bar, dei ristoranti o in altri luoghi pubblici è consentito. Bere alcool per strada invece è vietato.

Lingue

Lo staff dell’ufficio informazioni turistiche parla un ottimo inglese, oltre che a russo e georgiano. I ristoranti e i bar nella zona centrale della città solitamente hanno un menu in inglese e in russo. Le marshrutka verso le principali destinazioni turistiche solitamente espongono il nome della destinazione in alfabeto latino, in modo che siano comprensibili anche dai turisti. Un po’ di russo potrebbe aiutare, ma i giovani, specialmente gli studenti, parlano discretamente anche inglese. Non esitate a chiedere informazioni!

Sicurezza a Kutaisi

La città è piuttosto sicura, ma attenzione al traffico. In caso di emergenza è possibile chiamare il 112.